Sollevata questione di legittimità costituzionale per la norma che impone nel ricorso per cassazione in materia di status di rifugiato e protezione sussidiaria di autenticare anche la data di conferimento della procura alle liti (Cass. Civ., sez. III, sent. 7 giugno – 23 giugno 2021, n. 17970)

Va sollevata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 35-bis, comma 13, d.lg. n. 25/2008 per contrasto con gli artt. 3, 10, 24, 111 Cost., nonché per contrarietà al diritto comunitario e alla Cedu. Si tratta della norma che prevede l’obbligo per il difensore che propone ricorso per cassazione in materia di status di rifugiato e […]

Il lavoratore centralinista non vedente ha diritto a percepire l’indennità rivendicata per il solo fatto di appartenere alla categoria dei lavoratori non vedenti a prescindere dall’effettivo svolgimento dell’attività di centralinista, rilevando che la diversa mansione espletata è stata resa, in ogni caso, in presenza della medesima menomazione (Cass. Civ., sez. lavoro, sent. 11 marzo – 8 giugno 2021, n. 15962)

Il lavoratore non vedente già assunto ai sensi della L. n. 397 del 1971 o della L. n. 113 del 1985 e che sia poi adibito a mansioni diverse, non perde il diritto a percepire l’indennità di cui della predetta L. n. 113 del 1985, art. 9, se le mansioni di destinazione possano considerarsi equipollenti, […]

La Cassazione sui diritti della personalità e il diritto pubblico all’informazione (Cass. Civ., sez. I, 22 ottobre-19 febbraio 2021 Sent. n. 4477/2021)

La Suprema Corte, sezione prima civile, ha ritenuto che l’interesse pubblico alla diffusione di una notizia, laddove vi siano condizioni che giustificano l’esercizio del diritto di cronaca, non può rilevare per affermare o negare la legittimità della pubblicazione di immagini di persone coinvolte nella notizia stessa e quindi nella relativa vicenda, dovendosi anzi accertare uno […]

Protezione internazionale: occorre comunque verificare se le condizioni sociali, politiche o economiche del paese di origine siano in contrasto con il principio di dignità (Cass. Civ., sez. III, sent. 13 gennaio – 21 maggio 2021, n. 13933)

Ai fini della richiesta di protezione internazionale nei casi in cui la ricostruzione della storia di vita del richiedente risulti ostacolata dalla ritenuta non credibilità delle relative dichiarazioni, o dall’irriducibile frammentarietà delle informazioni complessivamente acquisite, il giudice di merito dovrà in ogni caso procedere a verificare se le condizioni sociali, politiche o economiche, obiettivamente riscontrate […]

Protezione internazionale: occorre verificare la sussistenza, in concreto, di una condizione idonea a ridurre i diritti fondamentali alla vita, alla libertà e all’autodeterminazione dell’individuo al di sotto della soglia minima ineludibile (Cass. Civ., sez. II, sent. 12 novembre 2020 – 18 maggio 2021, n. 13560)

Ai fini della richiesta di protezione internazionale il concetto di “nucleo ineliminabile costitutivo dello statuto della dignità personale” costituisce il livello essenziale, al di sotto del quale non sono ravvisabili condizioni di vita dignitose e, quindi, non è assicurato il diritto fondamentale alla vita dell’individuo. Pertanto il giudice di merito è tenuto a verificare l’effettiva […]

Protezione internazionale: è necessario l’ascolto del minore capace di discernimento per il riconoscimento del diritto fondamentale ad essere informato e ad esprimere le proprie opinioni (Cass. Civ., sez. III, sent. 6 aprile 2021 – 11 novembre 2020, n. 9247)

L’ascolto del minore di almeno dodici anni, e anche di età minore se capace di discernimento, costituisce una delle modalità tra le più rilevanti di riconoscimento del suo diritto fondamentale ad essere informato e ad esprimere le proprie opinioni nei procedimenti che lo riguardano, nonché un elemento di primaria importanza nella valutazione del suo interesse […]

La Cassazione su bigenitorialità e mantenimento dei figli (Cass. civ. Sez. I, Ord. 18 gennaio 2021- 17 febbraio 2021, n. 4219)

La Cassazione torna sui temi della bigenitorialità e del mantenimento dei figli, confermando l’obbligo dei genitori di mantenere i figli finchè gli stessi non raggiungono la maggiore età e secondo le circostanze da valutarsi caso per caso. Difatti, affinchè venga meno tale obbligo, occorre che i figli abbiano raggiunto una condizione di indipendenza economica. La […]

Le conseguenze dannose derivanti dal diritto all’autodeterminazione devono essere allegate dal paziente in quanto il presupposto del risarcimento è la sua scelta soggettiva di discostarsi dalle indicazioni terapeutiche del medico (Cass. Civ., sez. III, sent. 13 ottobre 2020 – 23 marzo 2021, n. 8163)

Benché il diritto all’autodeterminazione costituisca un diritto autonomo e distinto rispetto al diritto alla salute fondato negli artt. 2,13 e 32 Cost., ai fini della sua risarcibilità occorre un giudizio controfattuale su quale sarebbe stata la scelta del paziente ove fosse stato correttamente informato atteso che, se avesse prestato senza riserve il consenso a quel […]

Nel procedimento di riconoscimento della protezione internazionale occorre riconoscere il diritto fondamentale di difesa, realizzato con la partecipazione ed il diretto ascolto del cittadino straniero (Cass. Civ., sez. I, sent. 18 novembre 2020 – 10 marzo 2021, n. 6745)

Nel procedimento di riconoscimento della protezione internazionale la decisione di manifesta infondatezza della domanda potrà ritenersi adottata sulla base di una procedura accelerata solamente qualora il Presidente della Commissione Territoriale, a seguito della trasmissione degli atti da parte della questura, abbia deciso in tal senso e l’iter procedimentale seguito abbia rispettato i termini raddoppiati dell’art. […]