Il decorso del termine annuale di efficacia interdittiva del provvedimento antimafia non produce automaticamente la perdita di efficacia del provvedimento interdittivo (Consiglio di Stato, sez. III, sent. 2 dicembre 2021 – 13 dicembre 2021, n. 8309)

Alla stregua delle convergenti indicazioni fornite dalla giurisprudenza, costituzionale ed amministrativa, il Collegio evidenzia che il decorso del termine annuale di efficacia interdittiva del provvedimento antimafia ex art. 86, comma 2, d.lgs. n. 159/2011 non produce ex se la perdita di efficacia del provvedimento interdittivo, il quale, una volta spirato il termine suindicato, dovrebbe considerarsi […]

Rimessa all’Adunanza Plenaria la questione dell’accesso alle cartelle esattoriali (Consiglio di Stato, sez. IV, ord. 6 ottobre 2021 – 13 dicembre 2021, n. 8288)

Considerato che in materia di accesso alle cartelle esattoriali – e più in generale in tutti i casi nei quali la richiesta sia stata fatta per un atto dell’Amministrazione comunque notificato all’interessato – alcune decisioni ammettono tout court l’accesso, mentre altre propendono per una interpretazione più restrittiva del diritto di accesso, affermando che se le […]

In tema di responsabilità medica, la Cassazione afferma che non si può stabilire l’esclusiva responsabilità della struttura ospedaliera, con il conseguente obbligo in capo a quest’ultima di risarcire per intero i danni riportati dalla vittima, senza tenere distinte le ipotesi in cui un tempestivo intervento avrebbe evitato il danno subito dalla vittima oppure lo avrebbe semplicemente ridotto. Il giudizio di fatto deve avere un termine esclusivo (neutralizzazione o riduzione delle conseguenze della patologia pregressa) e deve collegarvi il conforme effetto giuridico.

L’articolo 267 TFUE deve essere interpretato nel senso che esso osta a che il giudice supremo di uno Stato membro constati, a seguito di un’impugnazione nell’interesse della legge, l’illegittimità di una domanda di pronuncia pregiudiziale presentata alla Corte da un giudice di grado inferiore ai sensi di tale disposizione, per il motivo che le questioni […]

Responsabilità medica: ogni giudizio di fatto deve avere un suo specifico effetto giuridico (Cass. Civ., sez. III, sent. 9 novembre 2021, n. 32657)

In tema di responsabilità medica, la Cassazione afferma che non si può stabilire l’esclusiva responsabilità della struttura ospedaliera, con il conseguente obbligo in capo a quest’ultima di risarcire per intero i danni riportati dalla vittima, senza tenere distinte le ipotesi in cui un tempestivo intervento avrebbe evitato il danno subito dalla vittima oppure lo avrebbe […]

La residenza abituale del minore coincide con il luogo del proprio vissuto e della realizzazione di una propria rete relazionale e affettiva (Cass. Civ., sez. I, ord. 26 novembre 2021, n. 37061)

In tema di sottrazione internazionale di minori, il luogo da cui il minore non deve essere arbitrariamente distolto e in cui, se allontanato, deve essere immediatamente riaccompagnato, è la residenza abituale. Questa è da intendersi come luogo in cui il minore, in virtù di una durevole e stabile permanenza, anche di fatto, ha il centro […]

Oneri condominiali a carico dell’ex marito per il mantenimento della figlia (Cass. Civ., sez. I, ord. 23 novembre 2021, n. 36088)

La Cassazione pone a carico dell’ex marito benestante il pagamento anche degli oneri condominiali dell’immobile di famiglia che, seppur di sua proprietà esclusiva, viene assegnato alla moglie per viverci con la figlia con problemi di comportamento e che, anche se maggiorenne, non è ancora indipendente. Nel caso di specie, facendo eccezione alla regola, la Corte […]