Emergenza Covid e sospensione della prescrizione in Cassazione (Cass. pen., Sez. Un., 26 novembre 2020 – 19 febbraio 2021, n. 5292)

In merito all’ambito di operatività della disciplina della sospensione della prescrizione del reato introdotta a seguito dell’emergenza Covid-19, era stata rimessa alle Sezioni Unite la risoluzione della seguente questione di diritto: “se la sospensione della prescrizione di cui all’art. 83, comma 3-bis, d.l. n. 18 del 2020, conv. in l. n. 27 del 2020, operi […]

Nesso di causalità ed elemento psicologico: differenze in tema di accertamento (Cass. Pen., sez. IV, sent. 3 febbraio – 15 febbraio 2021, n. 5806)

L’accertamento del nesso di causalità tra condotta ed evento va condotto su base totalmente oggettiva, con un giudizio “ex post”, mediante il procedimento cd. di eliminazione mentale e va tenuto ben distinto rispetto alla diversa e successiva indagine sull’elemento soggettivo del reato che deve essere valutato, invece, con giudizio “ex ante”, alla stregua delle conoscenze […]

E’ penalmente lecita la coltivazione domestica di stupefacenti che risulti immediatamente indirizzabile all’uso personale (Cass. Pen., sez. VI, sent. 12 gennaio – 12 febbraio 2021, n. 5626)

Il reato di coltivazione di stupefacenti è configurabile indipendentemente dalla quantità di principio attivo estraibile nell’immediatezza, bastando la conformità della pianta al tipo botanico previsto e la sua attitudine, anche per le modalità di coltivazione, a giungere a maturazione e a produrre sostanza ad effetto stupefacente. Tuttavia, non integra il reato, per mancanza di tipicità, […]

E’ sufficiente la sola affiliazione ad un’associazione mafiosa mediante rituale ad integrare il reato di partecipazione ex art. 416 bis? Parola alle Sezioni Unite (Cass. Pen., sez. I, sent. 28 gennaio – 9 febbraio 2021, n. 5071)

Il reato di coltivazione di stupefacenti è configurabile indipendentemente dalla quantità di principio attivo estraibile nell’immediatezza, bastando la conformità della pianta al tipo botanico previsto e la sua attitudine, anche per le modalità di coltivazione, a giungere a maturazione e a produrre sostanza ad effetto stupefacente. Tuttavia, non integra il reato, per mancanza di tipicità, […]

Gratuito patrocinio e precedenti penali: insufficiente la mera constatazione di questi per dichiararne la non meritevolezza (Cass. Pen., sez. IV, sent. 12 gennaio – 2 febbraio 2021, n. 3961)

In tema di ammissione al patrocinio a spese dello Stato, il mero riferimento alla sussistenza di numerosi precedenti penali contro il patrimonio non consente di fondare la presunzione di non meritevolezza del beneficio, ma è necessario che il giudice espliciti le ragioni per le quali l’istante debba ritenersi percettore di redditi, seppur non dichiarati e […]

Rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale e giudizio di rinvio. (Cass. Pen. Sez. V, 24 novembre 2020-25 gennaio 2021, n. 3007)

Nel giudizio di rinvio a seguito di annullamento da parte della Corte di cassazione della sentenza di appello che abbia ribaltato la sentenza di assoluzione di primo grado, è necessaria la rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale mediante nuova assunzione della prova dichiarativa ritenuta decisiva, anche nel caso in cui detta rinnovazione vi sia già stata nel giudizio […]

Anche il solo rendere difficile l’accertamento della provenienza del denaro, beni o altra utilità, integra il delitto di riciclaggio (Cass. Pen., sez. II, sent. 9 dicembre – 15 gennaio 2021, n. 1750)

Il delitto di riciclaggio, sotto il profilo materiale, risulta integrato dal compimento di condotte volte non solo ad impedire in modo definitivo, ma anche a rendere difficile l’accertamento della provenienza del denaro, dei beni o delle altre utilità, e ciò anche attraverso operazioni che risultino tracciabili, in quanto l’accertamento o l’astratta individuabilità dell’origine delittuosa del […]

La recidiva qualificata rientra fra le aggravanti a effetto speciale richiamate dall’art. 649-bis c.p. (Cass. pen., Sez. Un., 24 settembre 2020 – 29 gennaio 2021, n. 3585)

Il riferimento alle aggravanti ad effetto speciale, contenuto nell’art. 649-bis c.p. ai fini della procedibilità d’ufficio per taluni reati contro il patrimonio, comprende anche la recidiva qualificata aggravata, pluriaggravata e reiterata (di cui ai commi secondo, terzo e quarto dell’art. 99 c.p.). Sul punto si registrava un contrasto interpretativo, nell’ambito del quale parte della giurisprudenza […]

Manifestazione politica non autorizzata: daspo “fuori contesto” sportivo (Cass. pen., Sez. III, 3 dicembre 2020 – 20 gennaio 2021, n. 2278)

È legittima l’applicazione della misura atipica dell’obbligo di presentazione all’autorità di polizia in concomitanza con eventi sportivi, estesa dall’art. 6, comma 1, lett. c), l. n. 401 del 1989 (come modificato dal d.l. 14 giugno 2019 n. 53, convertito con modificazioni nella legge 8 agosto 2019 n. 77) ai soggetti che risultino denunciati o condannati […]

Ricorso per cassazione contro le ordinanze in materia cautelare e sua tempestività. (Cass. Pen. Sez. III, 12 novembre-9 dicembre 2020, n. 34978)

Il rispetto delle modalità di presentazione del ricorso per cassazione avverso le ordinanze in materia cautelare si riflette sul rispetto del termine per proporre l’impugnazione; infatti, posto che l’art. 311 c.p.p. diversamente dall’art. 309, comma 4, c.p.p. non richiama gli artt. 582 e 583 c.p.p., qualora il ricorso non sia presentato presso la cancelleria del […]