Amministrazione di sostegno: il giudice può limitare la libertà negoziale dell’amministrato anche senza sottoporlo ad esame. (Cass. civ., sez. I, ord. 1 settembre 2022, n. 25855)

In tema di amministrazione di sostegno, la Corte di Cassazione con l’ordinanza del 1 settembre 2022, n. 25855 ha stabilito che il Giudice Tutelare, competente per il procedimento, può modificare o integrare in ogni tempo, là dove lo ritenga opportuno, anche d’ufficio, le decisioni assunte con il decreto di nomina dell’amministratore di sostegno, senza la […]

Cassazione: l’assegno di divorzio spetta anche all’ex coniuge che lavora saltuariamente (Cass. civ., sez. I, sent. 28 luglio 2022, n. 23583)

Il diritto all’assegno di divorzio spetta anche al coniuge che sia capace di procurarsi un lavoro occasionale in quanto tale contributo ha natura non solo assistenziale ma anche compensativa. È quanto sancito dalla sentenza n. 23583/2022 della Corte di Cassazione. Sul punto gli Ermellini affermano che l’effettiva capacità del coniuge di procurarsi lavori saltuari deve […]

La lontananza geografica non esclude il danno parentale per morte del fratello (Cass. Civ., Sez. III, sent. 15 luglio 2022, n. 22397)

Nella valutazione del danno da perdita del rapporto parentale per la morte del fratello residente in altro continente, la lontananza geografica non esclude automaticamente l’intensità del legame affettivo. È quanto statuito dalla Corte di Cassazione nella sentenza n. 22397/2022. Nel caso di specie, i giudici di merito avevano liquidato il danno da perdita del rapporto […]

Controllo occulto del lavoratore in servizio. La Cassazione: il licenziamento è illegittimo (Cass. Civ., Sez. lavoro, ord. 24 agosto 2022, n. 25287)

È illegittimo il licenziamento del dipendente filmato mentre si reca in palestra durante l’orario di lavoro se la condotta è stata rilevata a seguito di controllo tramite agenzia investigativa esterna. I controlli sull’adempimento della prestazione contrattuale competono solo al datore di lavoro e ai suoi collaboratori, non possono dunque essere delegati all’agenzia investigativa, che deve […]

Danni cagionati da fauna selvatica: la legittimazione passiva spetta in via esclusiva alla Regione (Cass. Civ., Sez. VI, ord. 8 giugno 2022, n. 18454)

Nell’azione di risarcimento del danno cagionato da animali selvatici, a norma dell’art. 2052 c.c., la legittimazione passiva spetta in via esclusiva alla Regione. È quanto statuito dalla sesta sezione civile della Corte di Cassazione con ordinanza n. 18454 dell’8 giugno 2022. La proprietà pubblica delle specie protette disposta in funzione della tutela dell’ambiente e dell’ecosistema […]

Risarcimento per sinistro stradale cagionato da veicolo non identificato: il danneggiato non deve identificare il responsabile (Cass. Civ., Sez. VI, ord. 12 luglio 2022, n. 21983)

In tema di sinistri stradali cagionati da veicoli non identificati, la Corte di Cassazione con ordinanza n. 21983/2022 ha ribadito che la presentazione di una denuncia o di una querela contro ignoti non è condizione di proponibilità dell’azione di risarcimento del danno; ed ha chiarito che il danneggiato non è tenuto ad attivarsi per identificare […]

Non spetta l’indennizzo al paziente che, nonostante il vaccino, contrae il virus (Cass. Civ., Sez. IV ord. 27 giugno 2022, n. 20539)

Il diritto all’indennizzo per i danni conseguenti alla vaccinazione obbligatoria è riconosciuto solo nel caso in cui sussista un nesso causale tra la somministrazione del vaccino ed il danno patito dal soggetto passivo del trattamento sanitario obbligatorio. Lo ha chiarito la Corte di Cassazione con l’ordinanza del 27 giugno 2022, n. 20539. Pertanto, non può […]

Legittimo il licenziamento del lavoratore che si auto-approva permessi e straordinari (Cass. Civ., Sez. Lavoro ord. 14 giugno 2022, n. 19165)

È legittimo il licenziamento per giusta causa del lavoratore che, senza la preventiva autorizzazione del datore di lavoro, si auto-approva permessi e ore di straordinario. È quanto statuito dalla Sezione lavoro della Corte di Cassazione con ordinanza del 14 giugno 2022, n. 19165. La Suprema Corte ha ritenuto irrimediabilmente leso il vincolo fiduciario tra datore […]

Giudizio di revisione dell’assegno divorzile: il decesso del coniuge ricorrente non ne determina l’improseguibilità (Cass. Civ., Sez. Unite, sent. 24 giugno 2022, n. 20495)

Le Sezioni Unite civili della Corte di Cassazione hanno affermato che, nel caso di procedimento per la revisione dell’assegno divorzile, il decesso del coniuge ricorrente non determina la improseguibilità del giudizio di revisione. La domanda di accertamento della non debenza dell’assegno può proseguire da parte degli eredi dell’obbligato, i quali subentrano altresì nell’azione di ripetizione […]

L’abbandono del tetto coniugale è causa di addebito della separazione (Cass. Civ., Sez. VI, ord. 19 maggio 2022, n. 16242)

ll volontario abbandono del tetto coniugale è causa di per sé sufficiente di addebito della separazione poiché si traduce nella violazione del dovere di convivenza, a meno che esso non sia stato determinato dal comportamento dell’altro coniuge o sia conseguenza dell’intollerabilità della convivenza preesistente. È quanto stabilito dalla sesta sezione civile della Corte di Cassazione […]