Il Consiglio di Stato sul requisito dello “specifico settore” con riguardo alla competenza tecnica dei commissari di gara (Consiglio di Stato, sez. V, sent. 1 marzo 2021, n. 1700)

Per i giudici di Palazzo Spada, la legittima composizione della commissione presuppone la prevalente, seppure non esclusiva, presenza di membri esperti del settore oggetto dell’appalto, fermo restando che la competenza tecnica dei commissari non deve essere necessariamente ancorata al possesso di uno specifico titolo di studio, potendo, invece, evincersi anche da attività espletate e da […]

Diritto al risarcimento del danno e indennizzo per ritardo della P.A. nella conclusione del procedimento (T.A.R. Lazio, sez. IIbis, sent. 2 marzo 2021 – 20 aprile 2021, n. 4597)

Il termine “indennizzo” o “indennità” è utilizzato dal legislatore in significati diversi e non univoci, essendo talvolta sinonimi di risarcimento (come nel caso dell’art. 2045 cod.civ.), anche in rapporto a pregiudizi conseguenti ad un legittimo provvedimento di revoca o comunque di attività legittime della PA, altre volte di corrispettivo (come nei casi dell’espropriazione), o ancora […]

Project Financing e trasparenza della Pubblica Amministrazione (Autorità Nazionale Anticorruzione, delibera 21 aprile 2021, n. 329)

L’ANAC con la delibera n. 329 del 2021 ha fornito, alla luce dell’indirizzo espresso dalla giurisprudenza, importanti indicazioni alle stazioni appaltanti sui provvedimenti finali dei procedimenti di valutazione di fattibilità delle proposte di project financing a iniziativa privata. Tra le principali, quella per cui le P.A. sono tenute a concludere i procedimenti mediante l’adozione di […]

La Corte Costituzionale francese sulla natura giuridica di alcune disposizioni dell’art. 31-3 del Code civil: «atti con forza di legge e sindacato di costituzionalià». (Conseil Constitutionnel, sent. n. 2021-293 L, del 15.4.2021)

dal fondamentale saggio del grande Maestro, costituzionalista calabrese, Costantino Mortati: Atti con forza di legge e sindacato di costituzionalità, Milano, 1964, p. 1 ss. Testo di straordinaria attualità, sempre vivace il confronto sulla natura e sulla individuazione degli atti normativi, cioè, quei complessi atti aventi forza di legge, da non confondere né sovrapporre agli atti […]

Il Tribunale costituzionale portoghese sull’elezione dei componenti degli organi degli enti locali (Tribunal Constitucional, Plenário, acórdão 28 aprile 2021, n. 247)

Si dichiara l’incostituzionalità delle previsioni contenute nell’art. 19, commi 4 e 5, in combinato disposto con il comma 6 dello stesso articolo, della L. n. 1/2001, che disciplina l’elezione dei componenti degli organi degli enti locali, per violazione dell’art. 48, comma 1, in combinato disposto con l’art. 239, comma 4 e 18, comma 2 della […]

Ai fini della rinnovazione della misura di sicurezza è necessario che il Tribunale verifichi la sussistenza di eccezionali esigenze cautelari. (Cass. Pen. Sez. V, 5 marzo-30 marzo 2021, n. 12114)

In tema di applicazione provvisoria di misure di sicurezza, ai fini della rinnovazione della misura nel caso di perdita di efficacia dell’ordinanza applicativa dovuta all’impossibilità di addivenire, per ragioni formali, ad una decisione nel merito sulla richiesta di riesame, è necessario che il tribunale verifichi, ai sensi dell’art. 309, comma 10, c.p.p., la sussistenza di […]

Particolare tenuità del fatto: per la valutazione del presupposto ostativo del comportamento abituale non si considerano i reati estinti ex art. 460, comma 5, c.p.p. (Cass. Pen. Sez. IV, 17 marzo-29 marzo 2021, n. 11732)

In tema di non punibilità per particolare tenuità del fatto, ai fini della valutazione del presupposto ostativo del comportamento abituale, ai sensi dell’art. 131 bis, comma terzo, c.p., non va tenuto conto dei reati estinti ai sensi dell’art. 460, comma 5, c.p.p., conseguendo all’estinzione del reato anche l’elisione di ogni effetto penale della condanna.

Protezione internazionale: è necessario l’ascolto del minore capace di discernimento per il riconoscimento del diritto fondamentale ad essere informato e ad esprimere le proprie opinioni (Cass. Civ., sez. III, sent. 6 aprile 2021 – 11 novembre 2020, n. 9247)

L’ascolto del minore di almeno dodici anni, e anche di età minore se capace di discernimento, costituisce una delle modalità tra le più rilevanti di riconoscimento del suo diritto fondamentale ad essere informato e ad esprimere le proprie opinioni nei procedimenti che lo riguardano, nonché un elemento di primaria importanza nella valutazione del suo interesse […]