La Corte di Strasburgo si pronuncia ancora in merito alla disciplina della confisca urbanistica (CEDU, Grande Camera, sent. 28 giugno 2018, ric. n. 1828/06 e altri) Stampa la pagina

In relazione ad alcuni casi di confisca urbanistica prevista dall’art. 44, co. 2 DPR 380/2001 (Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia), misura che il giudice penale è obbligato a disporre quando accerti con sentenza definitiva il reato di lottizzazione abusiva, la Grande Camera ha accertato la violazione dell’articolo 7 CEDU nella parte in cui esclude la possibilità di irrogare una sanzione penale nei confronti di una persona, anche giuridica, senza l’accertamento della sua penale responsabilità. La confisca, seppur definita in Italia formalmente amministrativa, è ritenuta dalla Corte una misura sostanzialmente penale alla stregua dei criteri Engel. E’ stata, inoltre, accertata la violazione dell’articolo 1 del protocollo n. 1 nei confronti di tutti i ricorrenti a causa delle richiamate misure.

Link ed allegati