Viola la libertà religiosa la condanna per oltraggio alla Corte di un privato cittadino che, chiamato a testimoniare, ha rifiutato di togliere lo “zucchetto”, simbolo religioso (CEDU, sez. IV, sent. 5 dicembre 2017, ric. n. 57792/15) Stampa la pagina

L’art. 9 della Convenzione, posto a tutela della libertà religiosa, può essere oggetto di limitazioni e bilanciamenti quando lo richiedano, ad esempio, doveri di neutralità e imparzialità dei pubblici dipendenti sul posto di lavoro.
Tali limitazioni, tuttavia, non possono invocarsi rispetto alla condizione di un privato cittadino che recatosi a testimoniare in Tribunale si è rifiutato di togliere lo zucchetto e per questo è stato condannarlo per oltraggio alla Corte.

Link ed allegati