Diritto allo sciopero del difensore e mandato di arresto europeo (Cass. pen., sez. I, 29 maggio 2017 – 1 giugno 2017, n. 27482) Stampa la pagina

L'avvocato non può scioperare quando c'è l'udienza in cui si decide sulla consegna di un soggetto nell'ambito del mandato d'arresto europeo. E tale divieto vale anche se la persona richiesta non è sottoposta a misure cautelari. Ad affermare tale principio è la Cassazione che colma così una lacuna del Codice di autoregolamentazione degli avvocati che, nell'elencare le procedure urgenti, non considera quella relativa all'udienza camerale in cui si scioglie la riserva sulla consegna allo Stato richiedente, disciplinata dalla legge 69/2005.

Link ed allegati