Abuso del concedo parentale quale giusta causa di licenziamento (Cass. civ., sez. lav., sent. 14 settembre 2017 – 11 gennaio 2018, n. 509) Stampa la pagina

È legittimo il licenziamento di un lavoratore, il quale, per oltre metà del tempo concesso a titolo di congedo parentale ai sensi del D.lgs. 26 marzo 2001, n. 151, art. 32, comma 1, lett. b), non aveva svolto alcuna attività a favore del figlio, con uno sviamento della funzione tipica per la quale il concedo era stato concesso, ossia diretto a sostenere i bisogni affettivi e relazionali del figlio, attraverso una condotta capace di integrare, anche sotto il profilo dell’elemento intenzionale, un comportamento idoneo alla ravvisabilità della giusta causa del recesso

Link ed allegati