Il nodo delle concessioni demaniali marittime tra non attuazione della Bolkestein, regola della concorrenza ed insorgere della nuova categoria “giuridica” dei beni comuni (Nota a C. cost., sentenza n. 1/2019) Stampa la pagina

Autore: Alberto Lucarelli

Il presente contributo si propone di analizzare la sentenza n. 1 del 2019 con cui la Corte costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 2, commi 1, 2 e 3, e dell’art. 4, comma 1, della l. Regione Liguria 10 novembre 2017, n. 26 (Disciplina delle concessioni demaniali marittime per finalità turistico ricreative) per violazione dell’art. 117, comma 2, lettera e), Cost. La sentenza interviene all’indomani dell’ulteriore proroga da parte del governo italiano dell’applicazione della direttiva Bolkestein al settore delle concessioni demaniali marittime a carattere turistico ricreativo e per finalità residenziali e abitative. La pronuncia costituisce, dunque, l’occasione per analizzare le questioni riguardanti l’accesso e il godimento dei cittadini alle spiagge, ed in senso più ampio al litorale, e pone in luce le difficoltà che si riscontrano nel bilanciamento tra la certezza e la stabilità delle situazioni giuridiche, da un lato, e la tutela della concorrenza, dell’ambiente e della coesione sociale e territoriale, dall’altro.

 

This contribution is intended for analysing the sentence n. 1 of the year 2019, with which the Constitutional Court declared the constitutional illegitimacy of the art. 2, paragraphs 1, 2 and 3, and of the art. 4, paragraph 1, of the l. Liguria Region 10 November 2017, n. 26 (Discipline of maritime state property concessions for recreational tourism purposes) for violation of art. 117, paragraph 2, letter e) of the Constitution. The sentence intervenes the day following the further extension of the application of the Bolkestein directive to the sector of maritime state property concessions for recreational tourism and for residential and housing purposes, by the Italian government. The declaration is therefore an opportunity to analyse the issues concerning the access and enjoyment of citizens to the beaches, and in a broader sense to the coast, and it highlights on the one hand the difficulties encountered in balancing certainty with stability of legal situations and on the other the protection of competition, the environment and social and territorial cohesion.